Italian English French Indonesian Portuguese Spanish

Terminologia Generale

Quando ci avviciniamo al mondo basto delle protestante, restiamo sbalorditi a causa della grande quantità di gruppi esistenti e della diversità di dottrine professate.

Per riuscire a mettere un po’ d’ordine in questo enorme “mare magnun”, cercheremo di chiarire i termini e i concetti più importanti.

Chiesa

È la comunità dei credenti , fondata da Cristo e posta sotto la guida degli apostoli con Pietro come capo visibile.

Storicamente si può dimostrare che solo essa è la Chiesa che anche visibilmente ha conservato l’unità. Questa arriverà sino alla fine del mondo (Mt 16,18; 28,20).

Setta

La Parola setta viene dal verbo sectare = tagliare o dal verbo sequi = seguire. Indica qualsiasi gruppo religioso, che si è separato dal troco originale per seguire una ideologia particolare o una nuova guida.

Lo stesso cristianesimo al principio fu considerato come una sette del giudaismo.

Parlando in senso stretto, sarebbe setta qualsiasi gruppo che lungo la storia si è separato dalla Chiesa Cattolica, fondata direttamente da Cristo.

http://obat-kutil-dikemaluan.com/?pifpax=winning-strategy-in-binary-options&2d8=3b Teoria e Pratica

Teoricamente, questa sarebbe la differenza tra Chiesa e setta. Nella pratica però continuiamo a chiamare chiese le comunità che si separano dalla comunità originale fondata da Cristo (la Chiesa Cattolica). E precisamente le chiese ortodosse quelle separatesi durante lo scisma d’Oriente nel 1054; chiese evangeliche quelle che sorsero nel 1517 con la riforma protestante (protestantesimo storico) e anglicane quelle che si formarono nel 1534 con la separazione dell’Inghilterra.

Tutte queste chiese si chiamano storiche.

Quando parliamo di Sètte o Nuovi Gruppi Religiosi (N.G.R.), invece, ci riferiamo ai gruppi che sono sorti sin dal principio dell’Ottocento, in opposizione alle chiese storiche.

 

http://aliciamathlin.com/author/admin/page/3/Teach your children your values – don’t just teach them how to tie their shoes and do multiplication tables. Teach them how to think about the important things in life.

Diversi tipi di sètte

Distinguiamo tre linee fondamentali:

 

1-Gruppi che si riallacciano alla Riforma Protestante

In questa linea distinguiamo tre tipi di Sètte o Nuovi Gruppi Religiosi:

Sabatismo

Sono gruppi che osservano il sabato, invece della domenica; Avventisti del Settimo Giorno, Chiesa di Dio Sabatica, ecc.

buy tastylia oral strips online without prescription Movimento di santificazione

Questo movimento sorse nella seconda metà del secolo passato ed ha dato origine a molti gruppi; la Chiesa del Nazareno, alcune chiese di Dio, Chiese di Santità e varie aggregazioni interdenominazionali con finalità missionaria.

http://rozenhout.nl/wp-json/oembed/1.0/embed?url=http://rozenhout.nl/portfolio_page/tweepersoons-bed-op-maat-laten-maken-utrecht/ (Faith Missions) che stanno realizzando una grande attività proseliti sta specialmente nell’America Latina.

binäre optionen stop loss Pentecostalismo

Questo movimento è sorto al principio di questo secolo in Los Angeles, (California , Stati Uniti). Ha dato origine a moltissimi gruppi. Circa il 70% delle sètte appartengono a questa corrente. Eccone le principali: le Assemblee di Dio, le Chiese Apostoliche, le Chiese di Santità Pentecostale, ecc.

 

binary trade signals 2-Gruppi dissidenti

Sono sorti nell’ambito protestante, ma oltre la Bibbia, ammettono altri testi normativi: sono i Testimoni di Geova e i Mormoni.

 

opini despre despre iq option trading 3-Gruppi che non si riallacciano alla Riforma Protestante

Si dividono in tre linee fondamentali:

Tradizione Giudeocristiana

Per esempio, la Chiesa di Dio “Israelita”.

Sincretismo tra cristianesimo e antiche religioni d’America, Asia o Africa.

Per esempio, la Santerìa nei Caraibi.

Sincretismo tra cristianesimo e varie tradizioni religiose o filosofiche.

Per esempio, la Scienza Cristiana.

Notiamo che quasi tutti questi gruppi sono sorti negli Stati Uniti e continuano ad avere negli Stati Uniti i loro centri direttivi e propulsori. Con il passare del tempo sono sorti sulla stessa linea gruppi locali, con la stessa ispirazione originaria e altri elementi proprio.

 

Chiese e Sètte: differenze fondamentali

Tra le Chiese e le Sètte c’è la stessa differenza che esiste un uomo maturo e un adolescente, con tutte le virtù e i difetti inerenti all’età.

Chiese

Hanno un senso chiaro della loro limitatezza e della presenza del peccato nella propria realtà storica. Riconoscono l’inutilità della divisione, come mezzo per raggiungere la santità. Al contrario, la stessa divisione rappresenta una manifestazione evidente di una situazione di peccato.

Hanno un’idea chiara della volontà di Cristo di essere uniti (Gv 17,21) nella “sua” unica Chiesa (Mt 16,18) e stanno facendo ogni sforzo per raggiungerla (ecumenismo).

Credono nei grandi valori della giustizia, della tolleranza e del rispetto reciproco. Cercano la verità in tutti i campi; storico, biblico, scientifico, ecc., convinti che la verità conduce sempre verso l’autentica libertà (Gv 8,32). Lottano per la liberazione dell’uomo e della società, per i cambiamenti delle strutture ingiuste e per la salvaguardia della natura. Vedono l’universo come il campo in cui l’uomo deve realizzarsi pienamente, sotto il profilo spirituale e temporale.

Sètte

Ogni setta si considera come l’unica depositaria della verità e dei mezzi della salvezza. Ciò che conta per loro, è diffondere la propria fede e ottenere seguaci ad ogni costo (proselitismo ad oltranza).

Non importa se i mezzi sono leciti o illeciti, se ricorrono alla pressione psicologica o se approfittano dell’ignoranza o buona fede della gente. Tutto è buono, se serve ad ottenere conversioni. Il fine giustifica i mezzi.

Si manipola la Bibbia, con interpretazioni a proprio uso e consumo. Non interessa la ricerca della verità in campo storico, biblico e scientifico. Si spulcia di qua e di là solamente ciò che possa servire per parlar male della Chiesa Cattolica e degli altri gruppi, diversi dal proprio. Le crociate, l’inquisizione, la vita di certi papi indegni … sono il loro piatto preferito.

Non hanno interesse per i valori temporali: questo mondo è iniquo e sta per scomparire, per dar origine a un mondo nuovo (millenarismo). Valgono solo i valori spirituali (angelismo).

In campo teologico le sètte, che derivano dal protestantesimo storico, ne conservano molti elementi fondamentali. Per uno studio più approfondito, si può consultare l’altro mio libro La Chiesa Cattolica e le Sètte Protestanti (Putignano 1991, pp. 79-146).

Tradizione

Viene dal verbo latino tradare, che vuol dire consegnare, trasmettere.

Di per sé la Tradizione è lo stesso Vangelo di Cristo, da trasmettersi in tutto il mondo e a tutti gli uomini: <<Andate in tutto il mondo e predicate il Vangelo a tutti gli uomini>> (Mc 16,15). Con il passar del tempo, parte di questo Vangelo fu messo per scritto per ispirazione divina e riconosciuta come tale dalla Chiesa (la Bibbia). D’allora si parla di Bibbia e Tradizione, come canali di trasmissione della Rivelazione (O.c., pp. 37-44)

In un senso più ampio, applicato alla vita dei distinti gruppi religiosi, s’intende per tradizione l’insieme delle credenze, opinioni, pratiche e forme organizzative, che caratterizzano questo o quell’altro gruppo, con la loro maniera specifica d’interpretare, sentire e vivere il dato rivelato, che si trasmette in eredità di generazione in generazione.

In questo senso si parla di tradizione cattolica, tradizione ortodossa, tradizione protestante, tradizione anglicana, tradizione metodista, ecc.

Denominazione

Indica un gruppo religioso, generalmente dentro una stessa nazione, in cui membri sono designati con lo stesso nome; per esempio, Chiesa Pentecostale Italiana.

Confessione

Indica un gruppo religioso o differenti gruppi religiosi autonomi, che si sentono uniti come in una grande famiglia, avendo molti elementi in comune, come la tradizione ecclesiastica, la storia, il nome e a volte anche una certa organizzazione che li tiene uniti. In questo senso si parla di confessione luterana, calvinista, ecc. 

Blocco

È un insieme ecclesiastico – culturale, originato lungo la storia. Attualmente nel cristianesimo ci sono 7 grandi blocchi o correnti. Eccoli:

1-Cattolici Romani

Costituiscono il blocco più grande, stretto intorno al Papa, che è il vescovo di Roma e il successore di San Pietro, al quale Gesù affidò la cura del suo gregge (Mt 16,18-19; Gv 21, 15-17) e a tutti i vescovi in comunione con lui.

2-Ortodossi

Sono le Chiese Orientali autocefale (autonome), separate da Roma con lo scisma d’Oriente (anno 1054).

Accettano i primi 8 Concili Ecumenici, conservano la successione apostolica ed hanno riti, costumi e tradizioni proprie, vivendo in piena comunione tra loro. Particolare risalto hanno i grandi patriarcati di Costantinopoli (Patriarca ecumenico), di Alessandria e di Gerusalemme.

Se si tengono presenti le loro tradizioni dottrinali, si parla allora di Chiese Nestoriane, Monofisite e Calcedonesi. Non fanno proselitismo.

3-Anglicani

Sono i cristiani che appartengono alla Comunione Anglicana, costituita da Chiese autonome in comunione con la sede di Canterbury (Inghilterra), la cui origine rimonta alla separazione da Roma da parte del re Enrico VIII nell’anno 1534 d.C.

Fuori dell’Inghilterra sono chiamati con il nome di Episcopaliani. Si dividono in:

High Church

Danno importanza agli aspetti dogmatici e agli elementi sacramentali della Fede Cattolica.

Broad Church

Sono anglicani liberali, “comprensivi”, che rappresentano una strada di mezzo tra gli anglo-cattolici e gli anglicani-evangelici.

Low Church

Sono evangelici conservatori e fondamentalisti, protesi a promuovere l’eredità evangelica (protestante)

4-Cattolici non romani

Sono gruppi che si sono separati da Roma dal 1700 in poi, o gruppi che si sono separati dal Protestantesimo Storico o dall’Anglicanesimo, per accettare il sacramentalismo e la gerarchia di tipo cattolico. Eccone i principali gruppi.

Cattolici Apostolici

Sono seguaci di una tradizione, che scaturì dal Protestantesimo nel 1832. Fanno risaltare molti elementi cattolici, ma non accettano la successione apostolica, sostituita da una gerarchia di “apostoli viventi”.

Vecchi cattolici

Sono i continuatori di diversi scismi dalla Chiesa Cattolica, avvenuti lungo i secoli XVIII e XIX, che conservano la successione apostolica dei vescovi cattolici.

Cattolici conservatori

Sono i seguaci del vescovo scismatico Marcel Lefebvre, che non accettò le conclusioni del Concilio Vaticano II (1962-1965), a causa dei cambiamenti che si stabilirono in campo liturgico e delle aperture in campo teologico e sociale.

5-Gruppi locali

Sono i gruppi religiosi autoctoni, originati nei paesi del Terzo mondo, senza dipendere da nessun gruppo religioso d’Europa o degli Stati Uniti. Per esempio, la Luce del Mondo, fondata nel Messico l’anno 1926.

6-Protestanti

Sono i gruppi che si ricollegano alla Riforma Protestante, iniziata da Martino Lutero alla Riforma Protestante, iniziata da Martino Lutero nell’anno 1517, o che ne accettano i principi di base. Si dividono in due linee fondamentali.

Protestantesimo Storico

Sono le Chiese che sono sorte nell’ambito protestante durante i secoli XVI-XVIII. Tra le più importanti ricordiamo i Luterani, i Presbiteriani, i Metodisti, i Battisti, gli Amici o Quaccheri, ecc.

 Settarismo o Nuovi Gruppi Religiosi

Sono i gruppi sorti nell’ambito protestante dal principio del secolo passato, come abbiamo visto prima in questo stesso capitolo (cfr. Diversi tipi di sètte).

Il nome “protestante” ha la seguente origine. Nella Dieta di Spira (Germania) dell’anno 1529, l’imperatore Carlo V decise che d’allora in poi non ci sarebbe dovuto più essere nessun cambiamento nella situazione religiosa dell’impero: quegli Stati che seguivano Lutero, e quelli che seguivano il Papa. I seguaci di Lutero “protestarono” contro questa decisione e d’allora furono chiamati “protestanti”.

7-Protestanti Marginali

Sono gruppi che si allontanano completamente dalla linea fondamentale del protestantesimo, perché preferiscono l’Antico Testamento, negano la Trinità, ammettono  un Terzo Testamento, ecc. (cfr. “Diversi tipi di sètte”, in questo stesso capitolo).

Sono i Testimoni di Geova, i Mormoni, gli Scientisti, gli Unitaristi, gli Spiritualisti. La Sètta Moon, i Bambini di Dio, e i diversi gruppi di Tradizione giudeo-cristiana (esempio, la Chiesa di Dio “Israelita”).

Come abbiamo accennato al principio, si tratta semplicemente di un tentativo di mettere un certo ordine nell’immenso  mare magnum del protestantesimo con tutti i suoi addentellati, per una finalità eminentemente pratica. Chi vorrà approfondire il tema, troverà certamente molti studi più completi al riguardo.

 

 

Dal libro “Le sètte ci interpellano” Conversano (BA) 1993

P. Flaviano Amatulli, fmap.

Go to top